AUDITest auto

Audi A7 2019: rapporti di guida e dettagli completi

L'Audi A7 2019 è un'autovettura di quasi cinque metri di lunghezza e un design diverso da una tradizionale berlina di lusso poiché la carrozzeria ha cinque porte invece di quattro. È in vendita a 64.230 euro (listino versioni e prezzi).

Ci sono due versioni a benzina —45 TFSI e 55 TFSI, rispettivamente con 245 CV e 340 CV— e tre versioni Diesel —40 TDI, 45 TDI e 50 TDI con 204, 231 e 286 CV rispettivamente—. Tutti hanno un cambio automatico, che a seconda della versione può essere a doppia frizione (S Tronic) o convertitore di coppia (Tiptronic). Le Audi A7 45 TFSI e 40 TDI hanno trazione nelle ruote anteriori e, in opzione, nelle quattro. Il resto delle versioni è sempre a trazione integrale.

I motori 45 TFSI e 40 TDI hanno quattro cilindri in linea e 2,0 litri di cilindrata. Gli altri hanno sei cilindri posti a V e 3,0 litri di cilindrata. In questo file confrontiamo i due motori a benzina e in questo altro i tre motori Diesel.

L'A7 55 TFSI, 50 TDI e 45 TDI hanno due reti elettriche: una da 12 volt e l'altra da 48. Quest'ultima è collegata ad una macchina elettrica che svolge la funzione di avviamento e generatore e con una batteria (0, 48 capacità kWh). Questo sistema è studiato per ridurre i consumi poiché permette di spegnere il motore in alcuni istanti (maggiori informazioni nelle impressioni di guida). Inoltre, grazie a lui queste versioni hanno l'etichetta ecologica della DGT.

Audi A7 2019

Nonostante il suo aspetto simile, non condivide la piattaforma con la A7 che Audi ha lanciato nel 2010 (maggiori informazioni) e rinnovata nel 2014 (maggiori informazioni). L'Audi A7 2019 è un modello completamente nuovo. Ciò che più distingue questa seconda generazione è la quantità di elementi di assistenza alla guida che può avere.

Per tipo di carrozzeria, le alternative più simili sono l'Aston Martin Rapide S, la BMW Serie 6 Gran Turismo e la Porsche Panamera. La Mercedes-Benz CLS Coupé, sebbene abbia quattro porte, compete anche direttamente con la A7. In questa scheda comparativa - con tutti questi modelli, ad eccezione dell'Aston Martin che ha un prezzo molto più alto rispetto al resto - puoi vedere il prezzo delle versioni a benzina simili al 55 TFSI, con trazione integrale, le loro caratteristiche tecniche e l'equipaggiamento . Il Audi costa più della Serie 6 Gran Turismo e della CLS Coupé e molto meno della Panamera.

L'A7 è un modello consigliato per viaggiare per la sua comodità in senso lato: le sospensioni filtrano bene, i sedili sono comodi (e possono avere aria condizionata e massaggio), il livello di rumore è basso e gli assistenti alla guida lavorano bene e facilitare questo compito. E può anche essere fatto velocemente a causa della sua stabilità e di quanto sia facile guidare a quel ritmo (maggiori informazioni nelle impressioni di guida).

È possibile scegliere tra una configurazione di cinque posti (Audi si riferisce al posteriore come 2 + 1, perché, in effetti, il centro è per un pizzico) o quattro con due sedili posteriori singoli. Ma se si vuole viaggiare nei sedili posteriori ci sono altri modelli, con la classica carrozzeria di una berlina, che è preferibile perché hanno più spazio nei sedili posteriori e i loro occupanti possono godere di elementi che rendono il viaggio più piacevole. Sono le versioni a passo lungo dell'Audi A8, le BMW Serie 7, Mercedes-Benz Classe S e Lexus LS. Nella sezione Impressioni interne sono disponibili ulteriori informazioni sull'abitacolo e sul bagagliaio.

Audi A7 2019

L'A7 può avere quasi tutto ciò che può essere montato sull'A8 poiché la struttura di base è simile. Ci sono opzioni per modificare le sue qualità dinamiche: sterzo sulle ruote posteriori, tre tipi di sospensioni opzionali (sport, ammortizzatori a durezza variabile e molle ad aria con ammortizzatori a durezza variabile; maggiori informazioni nella sezione tecnica) e un differenziale posteriore autobloccante . tipo attivo. L'eccezione è la sospensione attiva chiamata Audi AI.

Anche il cruscotto ha gli stessi elementi (uno schermo principale opzionale per la strumentazione e due secondari) ma un design un po 'diverso (immagine del cruscotto di A7 e A8). Ulteriori informazioni sull'utilizzo di questi display sono disponibili nell'articolo A8 e nel relativo video di prova.

I fari sono sempre a LED, ma quelli standard possono essere sostituiti da un'illuminazione a matrice - chiamata HD Matrix LED; € 1641 - che creano zone d'ombra in modo da non disturbare gli altri guidatori mantenendo la massima illuminazione possibile nel resto del loro campo luminoso; o altri —HD Matrix LED con un laser; € 2.710 —che hanno anche diodi laser per gli abbaglianti (brillano più lontano). Le lampade, anch'esse in tecnologia LED, sono unite da una fascia che si illumina. Il sistema di luci, anteriore e posteriore, esegue sequenze luminose sorprendenti durante il blocco o lo sblocco delle porte (video).

Sono disponibili due sistemi multimediali, entrambi con browser. Lo standard -MMI Navigation- e l'optional -MMI Navigation Plus- (che offre più funzionalità, ha uno schermo da 10,1 pollici invece di 8,8 e con il quale è incluso anche il cockpit virtuale, che è come Audi chiama lo schermo che funge da pannello degli strumenti). Puoi anche scegliere due stereo opzionali, entrambi sviluppati da Bang & Olufsen. Altre possibili opzioni sono un condizionatore d'aria a quattro zone che ionizza l'aria e ha un deodorante per ambienti, un tetto in vetro apribile o tergicristalli che espellono l'acqua direttamente sul parabrezza.

A seconda dell'equipaggiamento di sicurezza e assistenza, l'A7 può essere equipaggiato con un massimo di cinque sensori radar, cinque telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser (il riquadro sul lato destro della griglia; sul lato sinistro va il radar) . Questi servono ad assistere, tra gli altri, il cruise control attivo con il rilevamento degli ingorghi o il sistema di mantenimento della corsia. In opzione, è prevista una serie di assistenti che saranno disponibili dopo il lancio delle prime unità, nel corso del 2019. Uno di loro, denominato Audi AI remote garage pilot (all'interno del pacchetto parcheggio Audi AI), aiuta il guidatore durante le manovre in parcheggi guidando il volante per evitare attriti, puoi parcheggiare il veicolo nello spazio prescelto senza intervenire sui comandi oppure farlo da remoto tramite un'applicazione per dispositivi mobili (app myAudi). Ulteriori informazioni su questi sistemi sono disponibili in questa pagina dell'articolo A8.

Audi A7 2019

Per calcolare il prezzo dell'assicurazione puoi utilizzare il nostro comparatore, in cui oltre a vedere preventivi personalizzati, puoi anche confrontare la qualità delle diverse polizze.

 Interni Audi A7 2019

La A7 ha due sedili anteriori molto spaziosi e tre sedili posteriori come optional. La centrale è per poco più di un uso una tantum. Questa configurazione a cinque posti è opzionale (365 €), poiché di serie ce ne sono solo due dietro. L'abitacolo sembra essere realizzato con cura, sia per come i diversi pezzi si incastrano tra loro (non si vedono le differenze riscontrate, ad esempio, in una Jaguar) sia per i materiali utilizzati (pelle, Alcantara, metallo e plastica che sembra molto buono).

Riguardo a quest'ultimo, ci lamentiamo ancora dell'uso della plastica «piano black». Audi l'ha posizionato insieme al cruscotto e di solito è coperto di impronte digitali e polvere. Questo, insieme alle macchie lasciate sugli schermi durante l'utilizzo, rende indispensabile portare con sé un panno per evitare di vedere questi pezzi sempre sporchi. Altro punto di miglioramento è l'utilizzo di superfici metalliche sulla consolle a causa dei riflessi che, a volte, producono, soprattutto quelli nella zona del pulsante di avvio e del volume della radio (questa superficie ha una forma concava; immagine) .

Scendere da un'auto bassa, soprattutto parcheggiata vicino a un marciapiede, può essere un problema per chi non è agile o per chi semplicemente la trova fastidiosa. Questa Audi è una di queste, quindi, almeno a queste persone, consigliamo di provare più volte a salire e scendere dall'auto presso la concessionaria per assicurarsi che ciò non costituisca un problema durante l'uso.

L'accesso ai sedili posteriori è meno scomodo di quanto potrebbe sembrare a causa della caduta del tetto. Una volta dentro, c'è abbastanza spazio fino al soffitto per persone di circa cinque piedi e cinque. Il sedile centrale è scomodo e, se ci si siede sopra, bisogna mettere i piedi dove vanno quelli dei passeggeri dei sedili laterali poiché il tunnel di trasmissione è molto ingombrante.

I passeggeri sui sedili fuoribordo possono mettere i piedi sotto i sedili anteriori, poiché c'è abbastanza spazio per loro. Inoltre, questi passeggeri posteriori hanno prese d'aria regolabili nei montanti centrali e all'estremità della console. Ci sono anche controlli per l'aria condizionata (con clima a quattro zone), due prese di corrente USB e una per 12 V (immagine). Lo schienale della piazza centrale può essere ribaltato e utilizzato come bracciolo. In esso ci sono un paio di portabevande e un cassetto, imbottito, con spazio per qualcosa di piatto come un paio di cellulari o un piccolo tablet (immagine). Ci sono anche ganci per i vestiti vicino alla maniglia del tetto e sul montante centrale.

Fino a tre display possono essere trovati sulla A7. Uno è opzionale (il cruscotto, che misura 12,3 pollici di diagonale; immagini campione) ed è associato al sistema di navigazione più costoso (MMI Navigation Plus; 1.767 €). Se acquistato, lo schermo che si trova nella zona superiore del cruscotto è più grande (10,1 pollici) di quello standard (8,8).

Il terzo schermo (8,6 pollici; standard) è posizionato sotto il precedente. Da esso vengono gestite molte funzioni, sostituendo i consueti controlli fisici, come l'aria condizionata dell'auto, alcune funzioni dei sedili oppure si usa anche per inserire testi, sia come tastiera che scrivendovi direttamente (immagini esempio) . Il riconoscimento del testo è di gran lunga migliore rispetto a qualsiasi altra auto: fa distinzione tra maiuscole e minuscole e persino la scrittura a mano continua (quella di un bambino di 9 anni). Questa schermata sostituisce la manopola MMI che, per ora, è ancora presente in alcuni modelli Audi a basso costo. Il suo funzionamento è un po 'diverso da quello delle altre schermate: la prima pressione su di esso attiva l'area selezionata ed è necessario premere più forte per eseguire l'ordine. In generale il suo utilizzo non produce insoddisfazione, anche se per alcune funzioni si pensa comunque che sia preferibile un bottone o una roulette tradizionale.

Tutte le schermate hanno un bell'aspetto e pensiamo che il cruscotto sia particolarmente consigliato perché su di esso può essere visualizzato anche il browser. È più comodo farlo lì che su quello alla tua destra perché devi guardare meno.

A parte gli schermi, Audi non ha utilizzato alcun artificio per attirare l'attenzione. Il pomello del cambio non fuoriesce da entrambi i lati e le prese d'aria sono tradizionali e si azionano direttamente a mano (sulla Porsche Panamera si fa dallo schermo ed è molto scomoda).

Puoi scegliere tra tre modelli di volante (uno con quattro bracci e due con tre, uno di questi appiattito nella parte inferiore) e il suo bordo può essere riscaldato. È inoltre possibile scegliere due tipologie di posti diversi da quelli standard. A coloro che apprezzano il comfort piuttosto che avere un po 'più di sostegno nelle curve (o un aspetto più appariscente) consigliamo, senza dubbio, i comfort invece di quelli sportivi perché sono gli unici che possono avere ventilazione e massaggio, una funzione molto apprezzato nelle giornate calde perché evita di avere la schiena bagnata. Ovviamente hanno un prezzo molto alto (3.055 €) e non includono aria condizionata e funzioni di massaggio (1.895 € in più). Il massaggio è prodotto da 10 camere pneumatiche e ci sono sette programmi con tre livelli di intensità.

Il bagagliaio ha una capacità di 535 litri, la stessa della generazione precedente. Sono 40 litri in più di quella di una Porsche Panamera, 15 litri in più della Mercedes-Benz CLS Coupé e 75 in meno di una BMW Serie 6 Gran Coupé (scheda comparativa). È molto profondo e non molto alto. Il cancello - apribile elettricamente - lascia un'apertura di accesso molto ampia e il bordo di carico è a 67 cm da terra, valore medio.

Per evitare alcune correnti d'aria durante l'apertura del portellone o per rendere l'assenza di sole disturbare i passeggeri posteriori, il vassoio portabagagli è dotato di un pezzo di tessuto forato opzionale (immagine) che può essere posizionato verticalmente (immagine), regolato tra il tetto e il vassoio.

Il sistema di accesso senza chiave all'auto è opzionale (796 €), così come il meccanismo che completa la chiusura automatica delle porte (621 €). Il cancello può essere azionato con un gesto del piede (un piccolo calcio) per attivarlo quando le mani sono caricate. Durante i giorni in cui abbiamo avuto l'A7 ci è capitato che si sia attivato più volte involontariamente; È la prima volta che ci capita in macchina, almeno in tante occasioni.

Opzionale è anche il tetto apribile, che in questo caso è di dimensioni normali, non panoramico. Può essere trasportato apertamente alla massima velocità in autostrada senza che all'interno si producano correnti d'aria; quello che può disturbarti è il rumore.

Audi A7 2019 Impressioni di guida

L'Audi A7 2019 è un'auto orientata a viaggiare comodamente al suo interno. Audi dice che voleva dargli un approccio più dinamico rispetto alla A8. Non ho guidato questo, ma fare miglia con l'Audi A7 2019 è una bella esperienza.

In parte è dovuto a elementi di equipaggiamento che non hanno nulla a che fare con la parte dinamica - sedili comodi, con ventilazione e riscaldamento e una funzione di massaggio, a meno che non si scelgano gli sport, che possono essere solo riscaldati - ma principalmente a causa di come le sospensioni isolano i passeggeri e basso livello di rumorosità. Entrambi i fattori contribuiscono all'ambiente rilassante di cui si gode.

Chi dà importanza al silenzio della marcia dovrebbe acquistare i vetri laminati (610 €). La macchina che abbiamo guidato in Spagna non le aveva, mentre quelle nella presentazione in Sud Africa sì. La differenza è notevole, principalmente perché viaggia più isolata dal rumore aerodinamico.

Tutti gli A7 che abbiamo guidato avevano sospensioni pneumatiche (che comprende ammortizzatori a rigidità variabile) e sterzo sulle ruote posteriori (entrambi gli elementi sono optional), sempre con pneumatici Michelin Pilot Sport 4. tecnico ci sono maggiori informazioni sulle sospensioni disponibili (che sono quattro).

Con le sospensioni pneumatiche, il comfort è elevato. Filtra molto bene le piccole irregolarità e assorbe delicatamente quelle grandi. Quello che l'Audi A7 2019 non può avere è la sospensione chiamata Audi AI disponibile sulla A8; Questa sospensione è in grado, nella A8, di prepararsi ad assorbire i dossi anteriori grazie alla lettura della strada (attraverso una telecamera) agendo su quattro motori che azionano la sospensione di ciascuna ruota e che servono anche a ridurre il rollio e la carrozzeria beccheggio e sollevare un lato dell'auto di 8 centimetri (in mezzo secondo) nel caso in cui subisca un impatto laterale a più di 25 km / h. Un tecnico Audi ci ha detto che l'A7 non ce l'ha in quanto è un "dispositivo incentrato sul comfort, mentre l'A7 è orientato al dinamismo".

Il controllo Audi Drive Select consente di selezionare un funzionamento diverso del motore e del cambio, dello sterzo, delle sospensioni e del controllo della velocità di crociera. Usandolo, è possibile verificare la differenza tra l'impostazione delle sospensioni più comoda (sulle strade veloci si può sentire come la carrozzeria oscilla verticalmente al verificarsi delle irregolarità) e quella più ferma.

Lo sterzo ha il tipico feeling Audi: è altamente assistito, preciso e non trasmette alle mani del guidatore le (cattive) condizioni dell'asfalto. Questi ultimi saranno piloti che potrebbero trovarlo un problema, ma, in generale, penso che dovrebbe essere così. Almeno con l'asse posteriore sterzante (che significa avere un rapporto variabile sulle ruote anteriori), lo sterzo è veloce.

Abbiamo misurato le prestazioni dell'Audi A7 2019 con il motore Diesel da 286 CV (versione 50 TDI). Sono stati migliori (sei decimi in accelerazione da 80 a 120 km / h) di quelli ottenuti con la A8 L con lo stesso motore, che pesa 120 kg in più (scheda comparativa). Nella presentazione abbiamo guidato anche la variante 55 TFSI 340 cv e la sensazione che ci ha dato è che la differenza tra l'una e l'altra non è così evidente come la differenza di potenza può far supporre (ei dati che Audi dà del un'accelerazione da 0 a 100 km / h sembra confermare tale impressione). In ogni caso, entrambi hanno molta potenza per muoversi ad alta velocità e accelerare con forza tra le curve.

Siamo stati colpiti dal ritardo poiché l'accelerazione è al massimo e la macchina inizia a prendere velocità. A noi è successo sia con la versione 55 TFSI che con la 50 TDI. Il cambio richiede tempo per scalare marcia, ma non può essere "colpa tua" poiché è diverso: S Tronic (doppia frizione) su benzina e Tiptronic (convertitore di coppia) su Diesel. Succede anche quando si richiede potenza, ad esempio, per sorpassare, ma lo abbiamo sperimentato anche quando si cerca di partire velocemente da fermo. Quest'ultimo non ci sembra un problema poiché normalmente nessuno lascia un semaforo o una fermata a tutta velocità; nell'altro caso, quando si va a sorpassare, è opportuno tenerne conto per anticipare premendo leggermente l'acceleratore o semplicemente riducendo manualmente.

Queste due versioni dell'Audi A7 2019 hanno un sistema più evoluto di funzione di avanzamento inerziale. Quando la trasmissione seleziona il folle perché, in determinate condizioni, il guidatore non richiede potenza, è anche in grado di spegnere il motore a combustione. L'unico modo per accorgersene è guardare il contagiri dato che a 120 km / h se non si è molto attenti, nessun rumore o vibrazione lo rivela (maggiori informazioni sulla pagina tecnica nella sezione sulla rete elettrica a 48 volt) . La stessa tecnologia consente la funzione di arresto e avviamento automatico del motore quando si raggiunge, ad esempio, un semaforo, di attivarsi (spegnere il motore) in discesa da 22 km / h invece di aspettare di essere quasi fermato. Inoltre, il motore viene riavviato automaticamente se l'auto che precede inizia a muoversi prima che il guidatore tolga il piede dal freno.

Nonostante le dimensioni, il peso e la potenza, il consumo della versione 50 TDI non è elevato e consente molto spazio per il rifornimento. Nel percorso comparativo in autostrada (maggiori informazioni in fondo a questa pagina), si è utilizzato 7,3 l / 100 km, valore moderato anche se peggiore di quello che abbiamo ottenuto con la BMW 730d che ha ottenuto un ottimo risultato (6,3 l / 100 km). Il dato Audi è in linea con quello ottenuto da un modello simile, la Mercedes-Benz CLS 350 CDI da 265 CV (7.1).

Esistono tre tipi di fari, sempre a LED. Il tipo a matrice, che sono opzionali, danno un ottimo risultato; Ne esistono di due tipologie, normale (2.065 €) o con led per quelle lunghe (3.410 €). Visto quanto brillano quelli normali, ci sembra superfluo acquistare gli altri vista l'enorme differenza di prezzo. Il vantaggio del laser è che può brillare più lontano. In questo video, mostriamo come funziona questo tipo di proiettore a matrice sulla precedente generazione di Audi A8.

Il controllo automatico della velocità di crociera funziona come fanno attualmente, cioè non corrisponde alla capacità del guidatore di interpretare il traffico. Dove viene utilizzato al meglio è quando non c'è molto traffico e non è necessario frenare costantemente. Questo sistema riceve le informazioni dal browser e dalla telecamera che legge i segnali stradali, regolando la velocità al limite in ogni momento (può essere configurato per non farlo o per farlo con un certo margine). Su strade a senso unico, consentire curve o avvicinarsi a una rotatoria per regolare la velocità.

Il controller può essere utilizzato insieme al Lane Centering Assist. Questo aiuta a mantenere l'auto senza uscirne, ma non va usata per guidarla da sola (infatti ci sono curve autostradali che non è in grado di percorrere) ma come ausilio. Inoltre, se si rilascia il volante, dopo alcuni secondi, iniziano a comparire delle avvertenze sul quadro della strumentazione, seguite, in caso di mancata risposta da parte del guidatore, da alcune frenate e tirate della cintura di sicurezza. Quando il guidatore è quello che aziona l'acceleratore, può ricevere avvisi di velocità eccessiva da piccoli impulsi generati nel pedale dell'acceleratore (nel riquadro compare anche una spia).

Un elemento opzionale molto suggestivo è l'immagine tridimensionale (esempi) generata dalle telecamere poste all'esterno dell'auto (esempio video) e che BMW ha presentato in anteprima nella Serie 7. Campo visivo (un dissuasore). Oltre alla visualizzazione tridimensionale, puoi vedere le solite immagini da ciascuna delle telecamere (esempi).

Informazioni tecniche Audi A7 2019

Le dimensioni della seconda generazione di Audi A7 2019 sono quasi riconducibili a quelle della precedente. Ha una lunghezza di 4,97 metri, una larghezza di 1,90 m, un'altezza di 1,42 me un passo di 2,93 m. È quindi altrettanto lungo e alto, e un centimetro più stretto del modello che sostituisce; la sua battaglia cresce di due centimetri.

Il coefficiente di resistenza è 0,27, un buon valore ma non migliore dei suoi concorrenti. Ma il fattore di resistenza, che è il dato importante poiché indica la resistenza all'avanzamento (è il prodotto del coefficiente precedente e della superficie frontale), è 0,63, è buono (scheda comparativa). Nella berlina è presente uno spoiler posteriore che compare automaticamente da 120 km / he può generare un carico aerodinamico massimo fino a 50 kg.

Il telaio è realizzato principalmente in acciaio, di diversi tipi. L'alluminio è utilizzato per tutti i pannelli di carrozzeria (tranne i parafanghi posteriori) e nelle seguenti parti: le coppe delle sospensioni e il braccio di rinforzo che le unisce, i rinforzi del telaio del tetto, la traversa centrale sotto il pavimento e le piastre che si trovano all'interno i pilastri centrali. Il suo peso è simile a quello di altri modelli equivalenti (scheda comparativa).

Sospensione

La sospensione è indipendente su tutte e quattro le ruote utilizzando un sistema a cinque bracci. Questi sono fissati al telaio tramite due controtelai (il posteriore con supporti idraulici). Di serie le molle sono elicoidali e gli ammortizzatori normali. Questa configurazione può essere modificata con le tre opzioni offerte da Audi: sospensioni sportive (407 €), sospensioni con controllo dello smorzamento (1.097 €) e sospensioni pneumatiche (1.933 €).

L'auto sportiva ha molle più corte e ammortizzatori più rigidi; abbassa l'altezza a 10 mm. Quella con controllo smorzamento ha serrande regolate elettronicamente. Quello pneumatico ha gli stessi ammortizzatori e molle pneumatiche che variano l'altezza del corpo (più lo si abbassa di 10 mm da 120 km / h oppure può essere rialzato oltre il suo livello normale a volontà del guidatore per evitare un ostacolo.

Le pinze dei freni anteriori (che sono in alluminio) hanno sei pistoncini.

Quattro ruote sterzanti dinamiche

Con questa opzione (1.845 €), tutte e quattro le ruote dell'Audi A7 2019 sono sterzanti. Quelli posteriori ruotano fino a cinque gradi in direzione opposta a quelli anteriori quando si guida a meno di 60 km / h (il diametro di sterzata si riduce fino a 1,1 metri). Se vanno più veloci, vanno nella direzione opposta (con un angolo massimo inferiore) per migliorare la stabilità. Combinando la rotazione di tutte e quattro le ruote, il valore del rapporto di sterzata varia tra un minimo di 9,5 a 1 (molto veloce) e 16,5 a 1 (normale). Per equipaggiarlo è necessario montare anche la sospensione con controllo dello smorzamento o quella pneumatica.

La dimensione dei cerchi offerti varia tra 17 e 21 pollici di diametro. Il controllo di stabilità ha una funzione in grado di rilevare se uno è posizionato in modo errato.

Impianto elettrico a 48 volt

Audi ha sviluppato quello che chiamano un semplice sistema ibrido di tipo "Mild-Hybrid" (MHEV). A differenza di un normale ibrido, questo non è in grado di muovere l'auto utilizzando solo energia elettrica ma ci sono circostanze (tra 55 e 160 km / h, quando il guidatore non preme l'acceleratore) in cui l'Audi A7 2019 avanza con la combustione del motore spenta. Audi quantifica un risparmio sui consumi di 0,7 l / 100 km.

È costituito da una macchina elettrica, collegata all'albero motore da una cinghia, che svolge la funzione di generatore e avviamento. Con questo sistema (il suo nome in inglese è BAS, per Belt Alternator Starter) Audi riesce a recuperare più energia durante le fasi di decelerazione (fino a 12 kW) e può riavviare impercettibilmente il motore a combustione. Questo sistema non consente di rinunciare al normale avviamento a pignone conduttore, in quanto necessario per le partenze a freddo.

Questa macchina elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio della capacità di 480 Wh, energia che permette alla vettura di avanzare per inerzia a motore termico spento fino a 40 secondi senza che ci siano problemi di alimentazione. La tensione nominale di questo circuito è di 48 V. La batteria ha una durata stimata simile a quella del veicolo ed è collocata nel bagagliaio, sotto il suo pianale (è più larga e meno alta della 12 V, che va su un lato) .

Questo sistema ibrido è presente nelle versioni 50 TDI, 45 TDI e 55 TFSI. Nell'Audi A8, questa alimentazione di rete a 48 volt viene utilizzata anche per i motori elettrici delle sospensioni Audi AI (che non è disponibile sulla A7).

Recommended Stories

it_ITItaliano