Supercar

McLaren Artura: la prima supercar plug-in arriverà nel 2021

Con prestazioni simili a quelle offerte dalla McLaren 600 LT, la prima supercar ibrida prodotta in serie di Woking arriverà nel 2021 per sostituire l'attuale 570S. Ecco tutto quello che sappiamo sulla futura McLaren Artura.

Negli ultimi mesi, l'azienda britannica ha rivelato sotto forma di piccole pillole varie informazioni il suo primo modello di produzione ibrida. Continuando il Saga ibrida ad alte prestazioni di cui fanno già parte la McLaren P1 e la McLaren Speedtail, la nuova McLaren Artura arriverà sul mercato nella prima metà del 2021. Sostituisce la 570S della gamma e si colloca tra l'attuale GT e la 720S, con un prezzo e una cifra di potenza superiore rispetto all'attuale Sports Series.

Quelli di Woking hanno pubblicato un paio di immagini in cui possiamo vedere il logo McLaren Artura sulla griglia posteriore dell'auto. Ai suoi lati, i caratteristici terminali di scarico che di solito vediamo nelle ultime uscite dell'azienda.

Per la sua costruzione, la McLaren ha utilizzato il nuovo MCLA (McLaren Architettura Carbon Lightweight), adattato alle esigenze di integrazione di uno schema ibrido in una supercar. Da parte sua, l'azienda ha indicato che i suoi ingegneri hanno completamente ridisegnata la monoscocca in carbonio per renderlo più flessibile rispetto ai vecchi telai MonoCell, rilasciati nella MP4-12C. Questo progresso consente ai progettisti una maggiore libertà nella creazione di progetti più differenziati e consente l'uso di una gamma più ampia di combustione interna e nuovi sistemi elettrici.

McLaren Artura Engine

A livello meccanico, monterà la nuova McLaren Artura uno schema di propulsione ibrido costituito da un blocco V6 Biturbo abbinato a un motore elettrico ad alte prestazioni per il quale non sono ancora noti dati. Questo è il primo passo per iniziare a sostituire i V8 del marchio. Ne parlano alcuni media internazionali un livello di potenza vicino a 600 CV.

Questa configurazione sarà alimentata dall'energia immagazzinata in a batteria agli ioni di litio di capacità ancora sconosciuta che secondo gli ultimi dati potrebbe consentire ad Artura di viaggiare fino a 30 chilometri in modalità elettrica 100%. Ciò che la McLaren ha confermato è che il modello subirà un aumento di peso a due cifre rispetto all'attuale 570S, quindi potremmo parlare di una cifra vicina ai 1.500 kg.

McLaren Artura
McLaren Artura

Da parte sua, Mike FlewittCEO di McLaren Automotive, confida nella nuova tecnologia e ha spiegato in una dichiarazione che “ogni elemento dell'auto è completamente nuovo, dall'architettura della piattaforma e ogni parte del propulsore ibrido alla carrozzeria esterna, agli interni e all'interfaccia del conducente. "Inoltre, mantiene alte aspettative e chiarisce quanto segue: "La nostra esperienza avanzata nello sviluppo e nella produzione di compositi leggeri, combinata con la nostra esperienza nella tecnologia delle batterie all'avanguardia e nei propulsori ibridi ad alte prestazioni, ti fa partire con grande successo. in una posizione ideale per offrire ai clienti livelli di automobili elettrificate che fino ad ora sembravano semplicemente irraggiungibili. "

Il nuovo Artura potrebbe anche debuttare a nuovo linguaggio di design del marchio sotto la guida del bodybuilder Rob Melville, attuale Design Director di McLaren Automotive. Tra le novità estetiche, potremmo trovare alcuni degli elementi che potremmo incontrare nella McLaren Elva. La nuova McLaren Artura sarà assemblata al McLaren Composite Technology Center (MCTC) vicino a Sheffield, in Inghilterra, utilizzando un processo di produzione ottimizzato che mira a ridurre il tempo necessario per costruire ogni unità.

Sebbene la nuova McLaren Artura sarà svelata nei prossimi mesi, il marchio ha già aperto il portafoglio ordini. La tua presentazione potrebbe essere imminente.

it_ITItaliano