Test auto

Abbiamo testato Ferrari Roma 2021: veloce, elegante e versatile

Riunisci il vecchio e il nuovo. Questa è la filosofia alla base della nuova baby GT della Ferrari. Con un nome suggestivo come Ferrari Roma, avvolge alcune delle ultime tecnologie della supercar SF90 da 1.000 CV in una tuta che ricorda i giorni di gloria delle grandi e veloci Gran Turismo europee a motore anteriore degli anni '50 e '60, prima dell'era di supercar.

Una nuova svolta in Gran Turismo

Ferrari spera che questa elegante combinazione aiuterà ad attirare nuovi clienti verso il marchio, il tipo di persone che altrimenti avrebbero potuto acquistare un'Aston Martin Vantage o una DB11. Il tipo di persone che probabilmente trovano altre auto Ferrari, anche la Portofino entry-level, un po 'troppo, beh, Ferrari. Maranello stima che il 20% degli acquirenti rimuoverà gli scudi gialli del cavallino rampante dai parafanghi anteriori, un'opzione che raramente viene rifiutata su altri modelli Ferrari.

Con un prezzo di 210.000 euro, la Roma è in fondo alla gamma Ferrari insieme all'hardtop retrattile Portofino da 215.000 euro e ben al di sotto della F8 Tributo da 264.608 euro. Ma mentre la Portofino imita lo stile del suo fratello maggiore, la 812 Superfast, la Roma va per la sua strada, ispirandosi al passato: una 250 GT Lusso twist sul muso di squalo, 456 sul semi posteriore. -Coda Kamm e la vista dal posto di guida di un cofano allungato e sporgente incorniciato da una coppia di parafanghi appuntiti è simile a quella del classico 275 GTB / 4. Tuttavia la sua superficie pulita è moderna e dettagli come la griglia, la carrozzeria i fanali posteriori colorati e inclinati raddoppiano quella sensazione contemporanea.

Ferrari Roma 2021

All'interno troviamo la stessa fusione. Il cruscotto a forma di M colloca guidatori e passeggeri in zone chiaramente separate, proprio come in una Corvette, e la zona del cambio per il nuovo cambio a doppia frizione a otto rapporti è in stile come un classico manuale Ferrari, una caratteristica che abbiamo visto. per la prima volta sulla SF90.

Dall'SF90 proviene anche il suo display TFT curvo ad alta risoluzione per il cruscotto e un nuovo volante touchpad, ma nel caso della Roma, è supportato da una grande interfaccia touchscreen sulla console.

Ferrari Roma Molto più di un bel viso

Rispetto alla Portofino, la Roma dovrebbe essere un'auto più di classe, più glamour e più lussuosa. E sembra esattamente così. Ma è anche più focalizzato sulle prestazioni, cosa che si può dire anche prima di girare il volante: la Roma è la prima Ferrari GT a cambiare il suo manettino di base con solo tre posizioni per le modalità di guida per la versione avanzata presente nelle vetture. modelli a motore centrale, quello che include la modalità Race.

La Ferrari non vuole mai suggerire che questa vettura sia un'alternativa alla sua F8 Tribute a motore centrale, ma attraversando strade incorniciate da acri e acri di vigneti a sud di Torino, anche la Roma non si sente una "morbida" scelta quando si tratta di esso. di guida.

No, non puoi cambiare direzione con la stessa energia dei modelli a motore centrale della Ferrari e sicuramente vorrai spingere il manettino in modalità Sport o Race per ottenere il tipo di controllo del corpo che ti aspetteresti da una Ferrari una strada tortuosa. Ma i freni hanno la stessa sensazione deliziosamente ferma e il pedale a corsa breve che ricordiamo dalla SF90, e con il motore a tutto gas, il bilanciamento anteriore-posteriore è eccellente.

Ferrari Roma 2021

Se ti piace come si sente una grande auto sportiva con motore anteriore e trazione posteriore su una strada fluida, quella sensazione di sedersi vicino all'asse posteriore e lavorare con una fuga più lenta e più indulgente quando i pneumatici raggiungono finalmente i loro limiti, ( e lo fa. Lo fanno) Amerai come si sente la Roma. È un peccato che gli spessi montanti del parabrezza e gli specchietti laterali grandi cospirino per bloccare gran parte della visibilità sulle strade tortuose.

Rispetto alle vetture più sportive della Ferrari, lo sterzo si sente meno frenetico quando si guida su una strada con cambi di direzione sinistra-destra; Lo stesso vale per il colpo alla schiena che senti quando premi il pedale destro sui rettilinei. Il V8 biturbo da 3,9 litri della Roma genera 620 CV, gli stessi del Portofino M, ma leggermente inferiori ai 720 CV inviati dalla più estrema F8 attraverso il suo cambio a sette marce.

Ma la Roma scava i suoi artigli con il suo cambio a otto velocità e, in modalità Carriera, diventa una delle migliori mappe di cambio automatico che abbiamo trovato per i conducenti che preferiscono non affrontare le enormi pagaie durante la discesa in discesa. strada impegnativa.

È essenzialmente la stessa trasmissione che si trova sull'SF90, anche se poiché la Roma non è un ibrido si ottiene una corretta inversione meccanica (l'SF90 utilizza i suoi motori elettrici per invertire). Il rapporto aggiunto significa più spinta disponibile nelle marce intermedie ora più corte. Rispetto al Portofino, ci viene detto che l'accelerazione della Roma è del 15% più forte in terza marcia. I dati Ferrari indicano un tempo da 0 a 100 km / h in 3,4 secondi e una velocità massima di 320 km / h. Soggettivamente, questa accelerazione sarebbe normale in una supercar, ma sicuramente sembra abbastanza veloce in questo setup GT, senza per questo diventare ingestibile.

È interessante notare che la potenza sarebbe stata di 640 CV, ma la Ferrari ha deciso di costruire un motore per tutti i mercati, il che significa che tutti i modelli in tutti i mercati hanno lo stesso filtro antiparticolato di scarico richiesto per le auto vendute. in Europa e questo riduce la potenza e il rumore. Nonostante tutto il rumore che esce dall'impianto di scarico, è proprio di Gran Turismo: suona forte e corroborante, ma raramente prepotente, a parte il rombo occasionale in autostrada e il minimo sorprendentemente alto.

Quel focus sulla vivibilità è importante. La Roma è progettata sia per rilassarsi che per emozionarsi, per prendersela comoda su qualsiasi tipo di guida e qualsiasi tipo di situazione. Si guida bene, anche se c'è l'opzione del cruise control adattivo e ha due piccoli sedili posteriori che potrebbero non essere molto buoni per sedersi, aiutano ad espandere il già generoso spazio per i bagagli.

Se questo non si adatta alla tua idea di Ferrari, probabilmente non è la loro intenzione. Ma la Ferrari spera che sia esattamente il tipo di modello che piacerà ai clienti che non hanno mai pensato di acquistarne uno prima.

Ciò che ci ha sorpreso è l'attraente versatilità di questa vettura. Preferiremmo avere una F8 in garage, ovviamente. Ma la Ferrari Roma veloce, elegante e quotidiana sarebbe una compagna incredibile.

Forse il più grande risultato della Ferrari qui è che è riuscita a dare a questo modello di ingresso il suo carattere distintivo in un modello che è molto più di un'auto sportiva più economica di una F8 Tributo.

it_ITItaliano